Come dormire in gravidanza: 10 consigli per dormire bene

Quasi tutte le donne in gravidanza sperimentano delle difficoltà a dormire a un certo punto della gestazione. Si tratta di uno degli inconvenienti più comuni per una futura mamma, e può essere dovuto a diversi fattori. Nelle prime settimane di gravidanza, il problema può essere soprattutto la nausea, mentre più avanti possono essere il pancione o l’ansia per l’avvicinarsi del parto a rendere il sonno meno ristoratore. In questo articolo ti spiegherò come dormire in gravidanza e ti darò 10 consigli che ti aiuteranno a riposare meglio.

1. Viva la routine

Come ho già spiegato in questo articolo, adottare una routine stabile che ci accompagni verso il momento di andare a letto è un vero toccasana contro l’insonnia. Tanto più se è composta da piccole azioni che ci rasserenano e con le quali ci prendiamo cura di noi stesse, come fare un bel bagno caldo o leggere un libro. 

Inoltre, anche i bambini molto piccoli hanno bisogno di una routine per dormire bene, quindi sarà un bell’allenamento per quanto il tuo bebè arriverà.

2. Evita caffè e tè, meglio le tisane

Caffeina e teina sono sempre nemiche del buon sonno, specialmente quando dormire bene diventa più complicato, come ad esempio in gravidanza. Dal primo pomeriggio in poi andrebbero evitate, preferendo le tisane. Ma attenzione: bere una tisana subito prima di andare a letto può poi costringerci ad alzarci diverse volte durante la notte per andare in bagno. Meglio assumerla subito dopo cena per avere poi il tempo di “smaltirla”.

tisane dormire bene

3. Contro l’acidità di stomaco, punta su una cena leggera

L’acidità di stomaco è uno dei classici fastidi della gravidanza. Più frequente nel terzo trimestre, in realtà per molte donne compare già nelle prime settimane, insieme alla nausea. Per evitare che il bruciore di stomaco ti tenga sveglia, fai una cena leggera a cui magari far seguire uno spuntino poco prima di dormire. Evita naturalmente i cibi acidi, come pomodori o agrumi, e preferisci i cereali integrali.

4. Previeni i crampi alle gambe

Il rallentamento nella circolazione venosa tipico della gravidanza può causare dei dolorosi crampi alle gambe, in particolare di notte. Prevenirli per fortuna è molto semplice: per prima cosa si possono mettere in pratica alcuni stratagemmi per rilassare la muscolatura, come fare un bagno caldo, yoga o stretching; in aggiunta si può assumere un integratore a base di magnesio, dopo aver consultato il proprio medico curante.

crampi alle gambe dormire bene

5. Scegli il materasso giusto per dormire bene in gravidanza

Magari dormiamo su un materasso vecchio che non ci sembrava particolarmente comodo neanche prima, ed è giunta l’ora di cambiarlo. O magari quello che abbiamo era perfetto prima della gravidanza, ma ora, con il peso del pancione e tutti i problemi che ne conseguono, ci risulta semplicemente insopportabile; in questo caso è meglio metterlo in cantina e rimpiazzarlo, magari solo per qualche mese.

Ad ogni modo, avere il materasso giusto è più importante che mai per una donna incinta. Ci vuole un materasso che sia in grado di fornirti il supporto di cui hai bisogno, alleviando i punti di pressione e consentendoti di dormire comodamente su un fianco (che, come vedremo tra poco, è la posizione più consigliata in gravidanza).

Come sai se segui il mio blog, ho una particolare predilezione per il materasso di Hypnia Supremo Benessere, un prodotto che combina una certa fermezza, grazie alle molle insacchettate, con tutto il comfort del memory foam. L’ideale per combattere il mal di schiena e i dolori muscolari così frequenti in gravidanza, e per consentirti di riposare per molte ore nella posizione giusta senza sentirti anchilosata.

materasso giusto per dormire bene in gravidanza

6. I cuscini: i migliori amici di ogni donna incinta

Poter dormire su un materasso adatto alla gravidanza è fondamentale per riposare bene, ma spesso ci vuole un aiuto in più: in questo caso, niente è meglio dei cuscini. Un cuscino dietro la schiena può ridurre il problema dell’acidità di stomaco, specialmente se ci distendiamo subito dopo mangiato. Invece un altro in mezzo alle gambe può essere indispensabile per farci sentire comode su un fianco anche durante il terzo trimestre, quando la pancia si fa più ingombrante.

In commercio esistono anche dei cuscini studiati apposta per le esigenze delle donne incinte. Hanno una forma a U che abbraccia tutto il corpo, in modo da poter essere messi in mezzo alle gambe e allo stesso tempo proteggere il pancione dagli urti (ideale se si dorme con un altro figlio, ad esempio) e supportare la schiena.

7. Dormire a pancia sotto: quando smettere

Per chi dorme a pancia sotto, gli ultimi mesi di gravidanza dovrà prevedere un netto cambiamento nelle abitudini del sonno. Dormire a pancia in giù infatti diventa sconsigliato già a partire dal secondo trimestre, quando il ventre comincia a farsi pronunciato.

gravidanza dormire bene

8. Come dormire in gravidanza: la posizione migliore

Tra le posizioni migliori per dormire in gravidanza la più consigliata in assoluto è quella sul fianco sinistro. La posizione sul fianco sinistro consente allo stomaco di lavorare meglio, impedisce all’utero di premere sul fegato e favorisce la circolazione, evitando lo schiacciamento della vena cava inferiore. Questo importantissimo vaso sanguigno trasporta il sangue dalle gambe fino al cuore. 

Una ricerca pubblicata sul British Medical Journal ha mostrato come dormire sul fianco destro o sulla schiena può addirittura aumentare il rischio di morte fetale, dato che la circolazione del sangue materno verso la placenta è più difficoltosa. Adottare la posizione migliore per dormire, insomma, è non solo indispensabile per il benessere materno, ma anche per il bambino.

9. Parla col tuo medico curante

trattamento farmacologico per ritrovare il riposo

Nonostante tutti questi accorgimenti, dormire bene durante la gravidanza può essere molto difficile. E questo in particolare con l’avvicinarsi del parto, quando ai fastidi del pancione si somma l’agitazione per il lieto – ma un po’ spaventoso – evento. Ma ricordati che non devi sopportare l’insonnia, costringendoti una notte dopo l’altra ad essere sempre più esausta. Parla del problema con il tuo medico curante, e lui/lei saprà consigliarti il migliore trattamento farmacologico per ritrovare il riposo di cui hai bisogno.

10. Dormi di più

Chi l’ha detto che bisogna dormire per forza 8 ore? Alcuni di noi semplicemente hanno l’esigenza di dormire di più, specialmente le donne in gravidanza. Prenditi il tempo per dormire più del solito, alzati un po’ più tardi al mattino o vai a letto prima. E concediti anche un pisolino pomeridiano, se ne hai bisogno. Ma attenzione a non esagerare: dormire molto di giorno può tenerti sveglia di notte! A volte è proprio non dormire abbastanza che rende il nostro risposo agitato.