Come scegliere il miglior materasso per te: una guida passo passo

Scegliere il materasso nel modo corretto è fondamentale per garantirti un buon sonno e un riposo ottimale in ogni momento dell’anno, anche quando il clima è particolarmente caldo o freddo. Non bisogna infatti dimenticare che trascorriamo a letto circa un terzo della nostra vita, molto di più che su qualunque altro pezzo d’arredo della casa.

Ecco perché abbiamo ideato questa guida passo passo che ti aiuterà a trovare il miglior materasso per le tue esigenze. Ti faremo scoprire le caratteristiche delle varie tipologie di materasso e ti spiegheremo quali sono più adatte a determinate necessità, così che tu possa essere consapevole di quello che offre il mercato e fare una spesa che valga davvero ogni centesimo. E qui sul nostro sito potrai anche mettere a confronto i prodotti delle marche di maggiore qualità, paragonandoli sulla base delle tue esigenze.

I materassi delle migliori marche infatti possono avere un costo importante, ma facendo la scelta giusta il prezzo si ripagherà abbondantemente con anni e anni di favolose dormite, e potrai addirittura risolvere alcuni problemi di salute dovuti proprio a un cattivo riposo, come ad esempio il mal di schiena. Ecco dunque i vari passaggi che ti condurranno all’acquisto del miglior materasso per le tue notti serene.

Guida passo passo all’acquisto del miglior materasso per te

1. Per scegliere un materasso, parti da te

Quando acquisti un oggetto importante come un materasso, la prima cosa da ricordare è che il focus non è sul prodotto, ma su di te. Ecco perché il primo passo è analizzare te stesso e i tuoi bisogni.

  • Peso e altezza

Quanto sei alto? Quanto pesi? Sono queste le prime domande che devi farti. Sulla base delle risposte, infatti, le caratteristiche che deve avere il materasso giusto per te variano moltissimo. 

Vediamo l‘altezza: se sei una persona di altezza media (vale a dire meno di 1,90 m), i materassi di lunghezza normale – che va da 1,90 a 2 metri – andranno bene. Riuscirai a riposare comodamente e ad avere spazio a sufficienza per distendere le gambe. Se invece sei molto alto, potresti aver bisogno di una lunghezza maggiore per non finire con i piedi a penzoloni durante la notte, cosa che potrebbe provocarti dei problemi di schiena. In questo caso, puoi optare per uno dei rari marchi che propongono dimensioni extra lunghe o farti fare un prodotto su misura. 

Se invece un materasso di dimensioni normali è persino grande per te, puoi pensare di risparmiare spazio e di sceglierne uno leggermente più piccolo. Con i centimetri guadagnati, potresti inserire un piccolo mobile ai piedi del letto o una testiera particolarmente comoda. 

Vediamo invece le regole che riguardano il peso. Se sei una persona corpulenta, avrai senza dubbio bisogno di un materasso in grado di sostenerti al meglio, come quelli a molle o i materassi in schiuma ad alta densità. Al contrario, se sei esile ti serve una soluzione che non respinga il tuo corpo leggero, ma che ne prenda le forme senza darti fastidiose sensazioni di durezza o schiacciamento, come i materassi memory in schiuma. 

E che fare invece quando il letto è condiviso da due persone che hanno stazza diversa? Allora la soluzione migliore è senza dubbio un materasso in memory foam in grado di garantire una buona autonomia del sonno.

  • Dimmi in che posizione dormi e ti dirò che materasso ti serve

Tutti abbiamo una posizione preferita durante il sonno, quella che assumiamo senza rendercene conto e in cui passiamo la maggior parte del tempo. Ebbene, la posizione in cui dormiamo può influire molto sul nostro materasso e viceversa. Ecco come:

  •  Se dormi su un fianco:

la posizione su un fianco è la più comune, e prevede una forte pressione sul materasso nella zona delle spalle e dei fianchi, che reggono quasi tutto il peso del corpo. Il prodotto perfetto per chi dorme così dovrebbe quindi essere in grado di accompagnare le curvature del corpo, alleviando i punti di pressione e mantenendo la colonna vertebrale in una posizione naturale.

  • Se dormi a pancia in su:

In questo caso la pressione è distribuita su una superficie più ampia, ma è comunque notevole nella zona dei fianchi. Meglio allora una soluzione medio-rigida, che sia sufficiente a sostenere il bacino per non flettere la zona lombare.

  • Se dormi a pancia in giù:

I problemi per chi dorme in posizione prona possono essere provocati da un materasso troppo morbido, che fa sprofondare il busto e obbliga la cervicale e la colonna vertebrale a una posizione innaturale. Meglio optare per un prodotto piuttosto rigido.

  • Il materasso migliore per il tuo problema di salute

Se soffri di un problema di salute specifico, come ad esempio mal di schiena, dolori cervicali o allergie, sappi che la scelta del materasso può contribuire moltissimo al tuo benessere. Se ad esempio soffri di mal di schiena o di dolori cervicali, avrai bisogno di una soluzione che ti sostenga adeguatamente, ma che si adatti anche alle forme del tuo corpo. In genere, la scelta allora dovrebbe ricadere su un materasso memory foam a molle, una soluzione ibrida che combina i benefici delle due opzioni e che offre il massimo del comfort a chi soffre di dolori derivanti da una cattiva postura.

Veniamo ora alle fastidiose allergie. Chi ha un’allergia agli acari, deve sapere che il letto è il loro habitat di elezione. Questi microscopici animali infatti si nutrono delle minuscole scaglie di pelle che cadono continuamente dal nostro corpo, e per vivere hanno bisogno di buio e umidità. Tutte caratteristiche che si trovano nei comuni materassi. Una persona allergica dovrebbe puntare su un prodotto che non trattenga l’umidità, evitando quelli in lattice che invece tendono proprio ad assorbirla, e che sia dotato di una copertura sfoderabile lavabile a 60°.

2. Una piazza, una piazza e mezza o due piazze?

La scelta tra queste tre possibilità sembra all’apparenza molto facile, ma è meglio fare attenzione. Il materasso singolo è la soluzione più comune tra chi dorme da solo, e permette di dedicare al letto il minimo dello spazio. Ma per chi vuole avere più spazio, magari perché è alto o dorme con le braccia distese, la piazza e mezza potrebbe essere decisamente la scelta giusta.

Per quanto riguarda il materasso matrimoniale, sembra l’opzione naturale per chi dorme in coppia, ed è effettivamente così se tu e il tuo partner avete esigenze di riposo simili. Se invece le vostre necessità sono diverse – magari perché siete di taglie molto diverse, o dormite in posizioni radicalmente opposte – è meglio optare per due materassi singoli affiancati. Una soluzione di compromesso infatti potrebbe semplicemente finire per scontentare entrambi.

Considera inoltre che un materasso matrimoniale è molto più pesante da sollevare per rifare il letto o cambiare le lenzuola, e potrebbe non essere l’ideale per chi ha mal di schiena o ha un’età avanzata.

3. Le varie tipologie di materassi: memory, a molle, in lattice, ibridi

Facciamo ora una panoramica delle varie tipologie disponibili sul mercato per aiutarti a fare la tua scelta. Ricordati che qui sul nostro sito puoi anche confrontare i materassi delle migliori marche per scoprire quello più adatto a te.
I vari tipi di materassi sono:

Materassi memory foam: la tecnologia memory foam si adatta alle forme del corpo, ed è quindi l’ideale per chi cerca un materasso confortevole e non troppo rigido. Questi prodotti sono inoltre silenziosi e non trasmettono i movimenti al partner, cosa molto utile per coppie in cui uno dei due si muove molto. A chi cerca un materasso molto rigido raccomandiamo di scegliere una soluzione con uno strato in memory non più spesso di 5 cm.

Materassi a molle: erano un tempo la soluzione più comune, e di certo nei decenni passati presentavano alcuni inconvenienti. Ad esempio erano rumorosi, tendevano a trasmettere i movimenti al partner e in alcuni casi potevano darci quella fastidiosa sensazione di avere le molle puntate contro la schiena. Oggi in commercio esistono degli ottimi materassi a molle insacchettate che riescono a ovviare a tutti questi problemi.

● Materassi in lattice: ne esistono di due varianti, quelli in lattice naturale e quelli in schiuma artificiale. Entrambi sono silenziosi e si adattano alle forme del corpo, ma attenzione, è indispensabile scegliere la densità adeguata per avere il giusto livello di sostegno/morbidezza.

● Materassi ibridi: i prodotti ibridi combinano le caratteristiche di diverse tipologie sopra elencate. Sono in genere realizzati in memory foam, ma contengono anche delle molle insacchettate, e offrono quindi sia la comodità del memory che il sostegno delle molle. Permettono di avere una grande autonomia del sonno, garantita sia dalle molle insacchettate che della schiuma memory, e sono quindi l’ideale per le coppie.

4. Risparmiare conviene?

Scegliere un prodotto poco costoso può essere una forte tentazione, soprattutto oggi che il mercato è invaso da materassi low cost. Ma risparmiare conviene davvero? Secondo noi è meglio fare attenzione.

Tieni infatti presente che un materasso di qualità ti accoglierà nelle tue notti per circa 10 anni, e il sonno come abbiamo già detto rappresenta un terzo delle tue giornate. Un materasso deve servirti per circa 30.000 ore della tua vita! È bene quindi sceglierlo bene, affidandosi a un marchio che sia in grado di offrire un prodotto di ottima qualità, con tutte le caratteristiche che ti servono in termini di sostegno, comodità, freschezza, materiali, e via dicendo, ma al giusto prezzo!
Nella nostra classifica potrai trovare i migliori materassi del mercato per rapporto qualità prezzo, consultala e trova il materasso che ti corrisponde.
Ora continua nella tua ricerca del miglior materasso per te confrontando i prodotti delle migliori marche proprio qui sul nostro sito. E preparati a lunghi anni di ottime dormite!