Quanto dura un materasso: come sapere se è il momento di sostituirlo

Ti azzarderesti mai a fare un viaggio di migliaia di chilometri con un auto così vecchia e logora che potrebbe lasciarti a piedi da un momento all’altro? Probabilmente no, giusto? Perché sarebbe rischioso e potrebbe provocarti molti disagi e spese inaspettate. Ebbene, con materasso vecchio è la stessa cosa. Mal di schiena, mancanza di comfort, fastidiosi rumori o odori possono rendere le notti poco riposanti e addirittura influire sulla tua salute. Ma quanto dura un materasso? E come sapere quando è il momento di sostituirlo?

In questo articolo ti aiuterò a capire quanto dura un materasso e quando è giunto il momento di comprarne uno nuovo.

Quanto dura un materasso

quanto dura materasso

Un materasso, di qualunque tipo sia, ha una durata di vita in media di 8-10 anni. Quando è più vecchio, va cambiato e sostituito con uno nuovo. Cambiare il materasso quando è giunto alla sua naturale fine vita consente di dormire su un materasso capace di sostenerci al meglio senza affossarsi e senza fastidiosi punti di pressione, evitandoci dolori muscolari, senso di affaticamento, problemi cervicali e addirittura mal di testa.

Come capire se è giunto il momento di cambiare il materasso

Ti stai chiedendo se è il momento di avere un materasso nuovo e buttare via quello vecchio? Ecco come capire quando cambiarlo:

  • Quando la superficie non è più regolare, perché nel punto in cui dormi si è creato un avvallamento oppure sono presenti dei bozzi fastidiosi. 
  • Quando emana un cattivo odore che non va via neanche dopo un accurata pulizia. Il cattivo odore può indicare la presenza di muffe che alla lunga possono persino fare male alla salute.
  • Quando ti svegli dolorante e senti di aver riposato male. 
  • Quando le molle all’interno producono dei rumori e dei cigolii. 

Quando entrano in gioco altri fattori come un cambiamento significativo nel tuo corpo – ad esempio perché hai perso molto peso o al contrario lo hai acquistato, o perché sei costretto a dormire in una posizione che non è quella abituale – o l’arrivo di un partner che non riposa adeguatamente sul tuo materasso attuale.

cambiare materasso

In ogni caso non dovresti mai sottovalutare i segnali che indicano che un materasso non è più adatto a te o alla tua coppia. Ricordati che il riposo è fondamentale per la salute e il benessere, e che tutti noi passiamo a letto otto ore ogni notte, circa un terzo della nostra vita

Quanto dura un materasso in memory foam

I materassi in memory foam sono di solito composti da una lastra di poliuretano o altro materiale, sovrastata da uno strato di memory foam che si adatta alla forma del corpo e lo sostiene nei punti giusti. Nei materassi di qualità, il memory foam ha una densità molto alta, che lo rende in grado di durare a lungo mantenendo le sue caratteristiche di supporto e comfort. 

Inoltre, sempre parlando di prodotti di alto livello, le materie prime che compongono il materasso sono in genere traspiranti e non assorbono l’umidità, che come ho detto può originare delle muffe. In caso di materassi in memory di qualità, dunque, la durata di vita è di circa 10 anni.

Quanto dura un materasso a molle

materasso molle

Anche nel caso dei materassi a molle la durata dipende molto dalla qualità dei materiali e della realizzazione. Un materasso a molle tradizionale contiene al suo interno una serie di molle collegate tra loro da un filo metallico per tenerle nella corretta posizione. Questo sistema ha però dei lati negativi: tende ad essere più rumoroso, specialmente con l’andare del tempo, e a trasmettere ogni movimento all’intero materasso. Quando tu ti muoverai, il tuo partner percepirà il tuo movimento trasmesso dalle molle collegate tra loro, e ne sarà disturbato.

Ecco perché negli ultimi anni le aziende più attente hanno iniziato a produrre dei materassi a molle insacchettate singolarmente, vale a dire che le molle non sono più collegate tra loro, eliminando il problema della trasmissione del movimento e del rumore. Ricordati inoltre che più molle ci sono in un materasso e maggiore sarà la sua durata, perché il tuo peso sarà distribuito su un numero maggiore di molle che così cederanno molto più lentamente. Un buon materasso a molle ha dunque una durata di 10 anni.

Qual è la durata dei materassi in lattice

I materassi in lattice sono realizzati a partire da una materia prima di origine naturale, cosa che offre molti benefici: sono ergonomici, sostenibili dal punto di vista ambientale, leggeri e facili da pulire. Tuttavia hanno anche alcuni lati negativi: il primo è che, ovviamente, non sono adatti a chi soffre di allergia al lattice; il secondo è che tendono ad assorbire molto l’umidità e i cattivi odori. Per questo un materasso in lattice dura in media 8 anni.

durata materasso

Consigli per scegliere il tuo nuovo materasso

Scegliere il materasso giusto può essere complicato, ma non ti preoccupare, qui sul mio blog troverai una guida all’acquisto di un nuovo materasso che ti aiuterà a trovare il prodotto perfetto per te. Le migliori marche possono offrirti materassi in memory foam, a molle o in lattice confortevoli e di lunga durata, che ti accoglieranno ogni notte per un riposo davvero ristoratore.

Tra queste non posso non citare Hypnia: marchio francese specializzato nella produzione e vendita di materassi di alta gamma a prezzi imbattibili, offre un catalogo completo in grado di venire incontro ad ogni tua esigenza. Il tutto realizzato a partire da materiali di altissima qualità, sfruttando gli ultimi ritrovati tecnologici per il tuo benessere. Scopri Hypnia e i suoi materassi e goditi a lungo il massimo del comfort.